802.11ac vs. 802.11n

Tecnologie di rete generali

Cosa significa:

802.11 è una famiglia di standard wireless creati dall'Institute of Electrical and Electronics Engineers (IEEE). 802.11n è la versione precedente del Wi-Fi, introdotto nel 2009. Rispetto alle versioni precedenti del Wi-Fi, presenta diversi miglioramenti, quali radio multiple, tecniche di trasmissione e ricezione avanzate e la possibilità di utilizzare lo spettro a 5 GHz, il tutto per una velocità dati fino a 600 Mbps.

802.11ac, presentato nel 2014, è la nuova generazione. Aggiunge canali più ampi e la possibilità di utilizzare fino a otto flussi di dati ("flussi spaziali") con downlink utilizzando le tecniche MU-MIMO (multi-user multiple input, multiple output) per la trasmissione simultanea su un massimo di quattro dispositivi. Questi cambiamenti rispetto allo standard precedente garantiscono una velocità dati superiore a 3 Gbps, velocità destinata a crescere in futuro. Inoltre, funziona esclusivamente nella banda di frequenza a 5 GHz, più pulita e ricca di capacità.

Perché dovrebbe interessarvi:

La tecnologia 802.11n meno recente è ampiamente installata e, per molte applicazioni, funziona ancora bene. Tuttavia, per le installazioni ex-novo di infrastrutture wireless, soprattutto in ambienti nuovi e mai edificati, 802.11ac è la soluzione. Potrebbe esserti capitato di sentire qualche lamentela relativa a guadagni di throughput dell'802.11ac in applicazioni concrete, che non soddisfano le aspettative. Per i primissimi prodotti, a volte era così. Tuttavia, la seconda generazione di  802.11ac, nota come "Wave 2", offre vantaggi maggiori rispetto a 802.11n, con potenziale ancora da sfruttare. Per sfruttare appieno l'802.11ac, tuttavia, occorrono soluzioni realizzate su solide basi wireless, un design radio ben progettato e antenne di ottima qualità.